Programmazione

Programmazione

 

 

 

 

 

La Programmazione dei nostri locali cinematografici.

LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' E GIOVEDI' PREZZO UNICO 4,50 EURO,

TRANNE PER I FILM IN PRIMA, FESTIVI E PREFESTIVI.

 

Biglietto intero euro 7,50 - ridotto 5,50

 Diamond Card, CARTA DUO, FREEDOM CARD, TOPCARDITALY da Lunedì al Venerdì e  Domenica ultimo spettacolo euro 4,50.
Riduzione ONLUS Frate Gabriele Allegra euro 5.50

 

 

 11 - 12 - 13 NOVEMBRE EVENTO SPECIALE

ANNE FRANK - VITE PARALLELE

 

 

 CINEMA GAUDIUM

 

TUTTO IL MIO FOLLE AMORE

ORARIO SPETTACOLI: 18:00 - 20:30 - 22:30

 

 

CINEMA IULII

 GLI UOMINI D'ORO

 ORARIO SPETTACOLO: 17:30 - 20:00  - 22:30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ORARIO SPETTACOLI: 17:30 - 20:00 - 22:30  

Torino, 1996. Luigi il Playboy è un impiegato delle Poste deputato a guidare il furgone portavalori. Gli mancano tre mesi alla pensione, e già si vede gestire un chiringuito in Costa Rica insieme al collega e amico Luciano. Ma il ministro Dini - "uno che non l'ha eletto nessuno" - sposta dieci anni più avanti l'età pensionabile, e Luigi prende il destino nelle sue mani: rapinerà l'ufficio postale, impossessandosi dei valori che trasporta per mestiere. Alvise il Cacciatore accompagna il furgone ma deve svolgere altrui due lavori per mantenere moglie e figlia secondo un decoro borghese che non può permettersi. È lui ad avere l'idea geniale per mettere a segno il colpo grosso, e vuole una fetta della torta. Nicola il Lupo è un ex pugile che gestisce insieme ad Alvise un locale country western: anche lui entrerà a far parete dello schema criminale che dovrebbe cambiare loro la vita, con esiti tutti da scoprire.

Gli uomini d'oro è la seconda regia di Vincenzo Alfieri, attore ma anche sceneggiatore e montatore, dopo I peggiori.

ORARIO SPETTACOLI:  18:00 - 20:30 - 22:30  

Trieste. Vincent ha 16 anni e un grave disturbo della personalità, con il quale sua madre Elena si confronta da sempre. Col tempo ad aiutare Elena nell'impresa è sopraggiunto suo marito Mario, che ha imparato a voler bene a Vincent come ad un figlio e l'ha adottato legalmente. Ma quando sulla scena irrompe Willi, il padre naturale del ragazzo che ha abbandonato lui ed Elena alla notizia della gravidanza, quel poco di equilibrio che si era instaurato con un figlio gestibile a stento si rompe, e Vincent trova la via di fuga che cercava: si infila nel furgone di Willi, cantante da matrimoni e da balere soprannominato "il Modugno della Dalmazia", ora diretto verso una tournée nei Balcani.